Il sito di Orfeo Il luogo dove la scienza incontra la fede
Il sito di OrfeoIl luogo dove la scienza incontra la fede

La reincarnazione

Come è possibile che le tre religioni occidentali: Cristianesimo, Ebraismo e Islam rigettano la reincarnazione mentre le religioni orientali: Induismo e Buddhismo la ritengono vera, anche se con modalità diverse? 

Come può una metà dell'umanità a continuare a credere ognuno la propria idea nonostante l’altra metà del mondo la pensa diversamente?

Ogni religione senz’altro, ha ora e ha avuto in passato, santi, profeti, persone illuminate, medium che hanno preso contatto direttamente con l’aldilà. Tutti hanno avuto la possibilità di avere chiarimenti, ma tutti hanno mantenuto fisse le loro posizioni contradditorie nel corso dei secoli. Avrebbero potuto reprimere un po’ di orgoglio e correggere nel corso degli anni in modo da trovare una posizione più conciliante.

Inoltre molti contatti medianici, realizzati tramite grandi medium, riportano messaggi provenienti da guide che confermano l’esistenza della reincarnazione.

D’altra parte, invece, in tutti i messaggi dei santi cristiani o le Madonne (Fatima, Lourdes, Medjugorje) non ne accennano mai.

Come si spiega questa contraddizione. Qual'è la realtà. Ci portebbe essere una versione intermedia che concilia entrambe le posizioni. 

Siamo forse davanti ad una medaglia con due facce diverse?

Ci sono vari tipi di incarnazione e re-incarnazione, con varie sfumature tra loro, dando luogo a un ventaglio molto vasto di possibilità. Le reincarnazioni possono essere anche parziali.

Il mondo spirituale, comunemente detto Aldilà, è un ambiente molto vasto e articolato, è un vero mondo, un altro universo, per molti aspetti simile al nostro, ma profondamente diverso nella sua struttura intrinseca, perché costituito da materia di un’altra dimensione.

In questo ambiente possiamo trovare di tutto: le anime dei defunti, gli angeli, i santi, le forme pensiero, le anime dannate, le entità demoniache, e infine Dio.

  Tutti costoro o queste cose, hanno la possibilità di incarnarsi in varie forme, e con vari livelli di influenza nel corpo fisico o nell’anima dell’uomo.

L'argomento è approfondito nel mio libro "La vita della mia anima", posso sintetizzarlo così.

Il malinteso si basa sul diverso concetto di anima. Per le religioni occidentali l'anima è quella parte spirituale presente nel corpo di uno specifico vivente e che poi, dopo la morte, si trasferisce nell'aldilà unendosi con quelle già presenti. Per le religioni orientali, l'anima è un'insieme, che nel mio libro chiamo Anima-Madre, che raccoglie, fuse tra loro, varie anime vissute in tempi diversi. In quest'ultimo caso, ciascuna anima, essendo amalgamata con le altre, percepisce la vita delle altre come propria.

Nell'aldilà sono presenti, oltre alle anime, anche anime incomplete o in fase di dissoluzione, frammenti, e forme mentali.

Queste entità si possono incarnare nei viventi provocando, a secondo dei casi, le varie tipologie di possessione, ossessione.

Seleziona uno degli articoli riportati sopra.

Contatti

Mi potete contattare, personalmente, alla seguente email:

POSTA

Commenti

Inserisci il codice
* Campi obbligatori
Attenzione: tieni presente che i contenuti di questo modulo non sono criptati
Non sono ancora stati effettuati inserimenti.

Contatore delle visite

dal 18 nov. 2014